fbpx

Sanguisorba albiflora per un’estate fiorita

Sanguisorba albiflora

Sanguisorba albiflora per un’estate fiorita

Erbacea rustica dal bel fogliame primaverile e dalla fioritura piumosa tra giugno e agosto

C

hi lo dice che durante l’estate in giardino non c’è colore? Le erbacee perenni ci aiutano proprio ad avere fioriture in questo periodo caldo. Io con Andrea e Federico del vivaio “I giardini dell’Indaco” abbiamo pensato di parlarti proprio di una pianta che fiorisce nella bella stagione!

Sanguisorba albiflora

Le infiorescenze piumose della Sanguisorba albiflora

Le caratteristiche della Sanguisorba albiflora

Sanguisorba albiflora ha bellissime foglie pinnate, verdi azzurre, molto decorative durante la primavera. Da giugno ad agosto gli steli alti e flessuosi portano infiorescenze piumose bianche. È una pianta che va coltivata in terreno fertile, anche mediamente argilloso, drenato e mai arido. Come esposizione preferisce il pieno sole o mezzombra.

Tra i sinonimi con cui si trova in commercio, il più calzante è di sicuro Sanguisorba magnifica f. (forma) alba: la pianta è davvero magnifica, per texture, colore e leggerezza! Con l’arrivo del freddo la vegetazione si secca completamente e la pianta entra in riposo vegetativo. Crescerà nuovamente in primavera e sarà sufficiente ripulire dalla vecchia vegetazione e lasciare spazio alle nuove giovani foglie.

Come abbinare la Sanguisorba albiflora

Le Sanguisorba appartengono alla famiglia delle Rosaceae e sono diffuse in gran parte del mondo, anche se la maggior concentrazione di specie si trova nell’emisfero boreale.

Si può abbinare con Anemone tomentosa ‘Robustissima’, Lobelia x gerardii ‘Vedrariensis’, Succisella inflexa ‘Frosted Pearls’ e graminacee come Calamagrostis brachytricha o Pennisetum alopecuroides ‘Hameln’.

Il vivaio

Il vivaio

www.igiardinidellindaco.it

info@igiardinidellindaco.it

Via Ca’ del Zappa, 26043 Persico, Cremona

Google Maps

Un po’ di latino

Ora veniamo al tanto difficile latino, fondamentale, però, per identificare perfettamente la pianta in questione. Un valido esercizio per ricordarsi il nome è quello di capire da dove ne deriva la radice.

L’epiteto generico deriva dai termini latini sanguis (sangue) e sorbeo (assorbire), per le proprietà antiemorragiche riconosciute a questa pianta, soprattutto la Sanguisorba officinalis, chiamata con nome comune di Pimpinella. L’epiteto specifico albiflora è composto dai termini latini albus (bianco) e flos (fiore), per il colore candido dei fiori.

La mia valutazione

Fioritura
Bellezza durante l'anno
Necessità d'acqua
Manutenzione

Questi articoli potrebbero interessarti

Lascia un commento

Start typing and press Enter to search

Kniphofia Mango PopsicleTricyrtis 'Tojen'