fbpx

Tre buoni motivi per realizzare il tuo spazio verde in autunno

Tre buoni motivi per realizzare il tuo spazio verde in autunno

L’autunno tra il colore del fogliame, fiori e bacche è il momento perfetto per realizzare giardini e terrazzi. Io e Sandro Degni abbiamo scritto questo articolo per spiegarti i motivi principali per cui pensare al tuo spazio verde in questa stagione

Foto di Sandro Degni e Valentina Forges Davanzati

L

a maggior parte delle persone considerano la primavera il momento adatto per realizzare giardini e terrazzi. Invece, è l’autunno con i suoi colori unici il periodo perfetto. Contrariamente a quello a quello che si pensa, le piante risentono di più del caldo estivo e non delle rigide temperature invernali.

In linea generale, si può realizzare sempre un giardino. Si tende solo a escludere le settimane di gelo intenso, perché è difficoltoso lavorare il terreno, e le settimane più calde, per evitare troppi stress alle piante. Ma allora perché scegliere l’autunno per risistemare il nostro spazio verde?

01. Le piante stanno andando in riposo vegetativo

Perché questo dovrebbe essere un vantaggio? Perché le giovani piante subiranno meno traumi a livello radicale. Inoltre, se malauguratamente si dovesse danneggiare il fogliame, la pianta da lì a poco lo lascerà cadere e quindi non dovrà sforzarsi nel crearne di nuovo o tenersi la foglia danneggiata, che sarà meno efficiente nella produzione di clorofilla.

02. Il meteo ideale

Nonostante a qualcuno l’uggiosità autunnale non piaccia, l’umidità di questo periodo è utilissima a noi appassionati del verde. Infatti, daremo molta meno acqua in questo periodo grazie alle piogge e alla rugiada del mattino, con un grande risparmio idrico. Grazie alle temperature non troppo basse, le piante lavoreranno ancora un po’ creando radici e preparandosi al meglio alla primavera, soprattutto per quanto riguarda i terrazzi e balconi.

03. Minore diffusione di malerbe

Ci sono diversi modi per tenere a bada le malerbe che spuntano qua e là nel giardino. Quello più lampante è il telo, meglio se biodegradabile, ma anche la piantumazione autunnale riduce questo evento. Infatti, il periodo ottimale per la semina del prato (con le dovute attenzioni prima) è proprio l’autunno. Di solito risulta disastrosa la semina primaverile perché è il momento migliore di crescita delle erbe invadenti e ci troveremo in poco tempo infestati da piante poco desiderate.

Per concludere, secondo te quale sarà il periodo in cui metterò a dimora le piante nel mio futuro giardino? Esatto, proprio l’autunno. Il risparmio d’acqua (in un’ottica di sostenibilità) e il tempo che risparmierò per non strappare le malerbe durante l’anno, fanno dell’autunno il periodo migliore per realizzare gli spazi verdi.

Questi articoli potrebbero interessarti

Lascia un commento

Start typing and press Enter to search